Cosa vedere a Vigevano. Non solo piazza Ducale

Vigevano è famosa per la Piazza Ducale, una delle piazze più belle d'Italia, e per l’adiacente Castello Visconteo Sforzesco. La città però è ricca di altri monumenti di grande interesse, non solo legati alla storia più antica della città, ma che fanno anche parte di un passato più recente e che sono altrettanto interessanti.



Per rimanere in ambito Quattrocentesco, vi sono le vecchie mura fatte realizzare alla fine del secolo da Ludovico il Moro. Di questa cinta difensiva che circondava la città, ne è rimasta solo una piccola parte, i Terraggi, ancora oggi percorribili. Questi erano composti da due mura parallele riempite di terra e coperte da ciottoli di fiume, a creare quindi un camminamento di ronda ed erano circondate da un fossato creato dalle acque della Roggia Vecchia e del Naviglio Sforzesco. Come detto, ora sono rimasti solo poche decine di metri (300 circa) perché nel corso dei secoli le mura sono state assorbite nel tessuto urbano, ma percorrere quel breve tratto in Via del Terraggio ci porterà sicuramente indietro nel tempo.

Sempre alla fine del XV secolo vi è un altro edificio di grande fascino, soprattutto perché è rimasto pressoché inalterato nel corso dei secoli. Si tratta del Mulino di Porta Nuova. Questa struttura è addossata alle mura esterne dei vecchi terraggi e mantiene intatto tutto il suo fascino. Per accedere bisogna superare un ponticello che sovrasta la Roggia Vecchia (che serve a muovere le pale idrauliche). Questo mulino così antico, ha ancora la sua funzione di vendita di farine e prodotti del territorio ed è molto frequentato. Se si vuole rivivere le atmosfere di un tempo, sicuramente questo luogo merita una visita.


Facendo invece un salto di parecchi secoli, ci si sposta verso via San Giacomo per vedere la struttura dell’Ursus Gomma. Questa fabbrica, importantissima per l’industria calzaturiera di Vigevano, è sorta negli anni Trenta ad opera di uno dei più importanti imprenditori della città, Pietro Bertolini. La struttura è ancora ben visibile, anche se ormai l’edificio è stato trasformato in abitazioni private e servizi. La sua torre svetta sulla città (anche se trovandosi più in basso del Castello, risulta essere più bassa) ed è un riferimento che ben rappresenta l’industria vigevanese della prima metà del Novecento.

Ma questo è solo un piccola parte di quello che si può scoprire visitando con noi la città. Vi aspettiamo!

Post recenti

Mostra tutti