Visita a Mortara

Mortara, da sempre il capoluogo della Lomellina, è uno snodo ferroviario importantissimo per Milano, il Piemonte e la Liguria. Mercato agricolo più importante della Lomellina, e sede della Borsa Merci, per le contrattazioni agricole, e dell’Ente Nazionale Risi, quale centro di sviluppo e ricerca per la produzione risicola.

Mortara vanta una storia prestigiosa e monumenti di grandissimo valore.

Con le sue Abbazie e le sue Chiese, Mortara offre al visitatore imperdibili sorprese.

All’arte e alla storia si aggiunge il raffinato sapore del salame d’oca, la tradizione lomellina più conosciuta e rinomata. Salumi d’oca, ciccioli, paté, arrosti, ravioli e risotto con l’oca, dolci a forma di oca, raccontano al meglio la tradizione lomellina.

La Sagra del Salame d’Oca, giunta quest’anno alla sua 55 edizione, offre al visitatore non solo le specialità gastronomiche già citate, ma anche una serie di eventi legati al prodotto tipico e alla tradizione locale, alla cultura e all’arte.

Il Palio dell’Oca è tra gli eventi più attesi dell’anno. Si tratta della rievocazione storica della corte del Duca di Milano Ludovico Maria Sforza, detto il Moro, che a Mortara amava cavalcare e cacciare, e delle sette Contrade cittadine che rappresentano usi e costumi del XV secolo.

Uno spaccato vivente della storia della città nel Rinascimento in cui si disputa un’avvincente gioco dell’Oca che determina l’assegnazione dell’ambito cencio.

 Il momento è propizio, dunque, per conoscere con noi la storia, l’arte e le tradizioni della città di Mortara.

 

Visita ai monumenti:

Abbazia di Santa Croce e Palazzo Lateranense

Basilica di San Lorenzo e Chiesa di San Dionigi

Palazzo del Moro e Piazza Silvabella

Chiesa di Santa Veneranda

Chiesa di Sant’Antonio Abate, detta dei Frati, e il Chiostro

Durata visita: 1 ora e mezza

Quota di partecipazione:  quota visita e associazione