Aldo Carpi

Voglio fare l'artista
1940 - olio su tela
80x110 cm
Galleria Ponte Rosso - Milano

Aldo Carpi (1896 - 1973)

Nato a Milano nel 1886, dopo un periodo di apprendistato presso il pittore Stefano Bersani, nel 1906 entra all'Accademia di Brera e segue i corsi di Mentessi, Cattaneo e Tallone. Sono suoi compagni di corso Achille Funi e Carlo Carrą. Partecipa dal 1910 alle rassegne nazionali di Brera e della Permanente e nel 1912 esordisce alla Biennale Internazionale d'Arte di Venezia. Alla Biennale di Venezia, poi, parteciperą sempre, con esclusione delle edizioni del 1940 e del 1950, sino al 1952. Negli anni Venti si accosta, anche se in lettura polemica, al clima di Novecento, partecipa alle maggiori manifestazioni artistiche e vince il Premio Principe Umberto nel 1925. Nel 1930 vince il concorso per la cattedra di pittura all'Accademia di Brera e subentra ad Alciati. Nel 1927 realizza le vetrate per la Basilica di San Simpliciano in Milano e nel 1934 inizia i cartoni per la vetrata del Duomo di Milano. Nel 1937 a Parigi, all'Esposizione Universale, ottiene la medaglia d'ero. Nel gennaio 1944 viene deportato a Mauthausen, poi a Gusen. Rientrato a Milano, nel 1945, viene acclamato direttore dell'Accademia di Brera. Nel 1956 il Comune di Milano gli conferisce la medaglia d'ero per meriti culturali e nel 1972 gli dedica una mostra antologica alla Rotonda di via Besana. Scompare a Milano nel 1973.